Il libro di un nostro collega ci aiuta a capire la vita e la sua relazione con il mare.

Da dove arriva tutta l’acqua che ricopre il nostro pianeta azzurro? Sicuramente, dalle “frequenti attività vulcaniche che dovevano imperversare sulla giovane Terra all’inizio della sua storia. Tuttavia la maggior parte di essa vi fu trasferita dalle comete”.

Come si sono originate le molecole organiche alla base della vita? Stanley L. Miller (1930;2007) riprodusse le condizioni della Terra primitiva, ottenne quello che alla storia è passato come <brodo primordiale> e condusse con successo la sintesi di molecole organiche a partire da quelle inorganiche”. Ma c’è dell’altro. “L’analisi chimica” di un meteorite che risale alla prima formazione del sistema solare e che cadde in Australia il 28 settembre 1969 (meteorite di Murchinson) “è sorprendente: amminoacidi, basi nucleotidiche (precursori degli acidi nucleici), polioli (alcoli alla base della formazione degli zuccheri) e composti organici solforati e fosforati. Un prezioso carico di molecole organiche quindi! Pensate: ogni giorno sulla Terra approdano dalle profondità cosmiche oltre 5000 tonnellate di polveri che riversano il loro carico. ”

Che relazione c’è tra l’acqua e la vita?“Il ciclo dell’acqua (evaporazione, condensazione e precipitazione) ha scandito per miliardi di anni il tempo terrestre sotto l’incalzare dell’energia solare, fino a costituire quella salsa dove la materia ha danzato fino all’esperienza della vita. L’acqua è vita e la vita è acqua. Ogni vivente ne è costituito e ne ha assoluta necessità.” L’acqua è un ottimo solvente per le reazioni biochimiche. Inoltre, nelle profondità marine a livello delle bocche idrotermali in prossimità delle dorsali medio – oceaniche si verifica un particolare fenomeno, che lascia ipotizzare uno scenario primordiale adatto alla comparsa di batteri estremofili (Archea). “L’acqua penetra in profondità fino a venire in contatto con il magmasi riscalda, ma senza bollire data l’elevata pressione, e risaletrascinando in soluzione numerosi composti costituiti da elementi essenziali per la vita”. In questo luogo buio, lontano dai dannosi raggi UV, “la superficie della pirite (FeS2) circondata dall’acqua, avrebbe favorito le prime reazioni tra molecole organiche semplici avviando una sorta di proto metabolismo energetico. (Wächtershäuser G. 1990. Evolution of the first metabolic cycles. PNAS 87).
Se siete insegnanti alle prime armi e non sapete da che parte cominciare, oppure siete studenti liceali con un bisogno disperato di un bel ripasso di scienze oppure siete semplici curiosi in cerca di risposte razionali e ben documentate, vi consigliamo il libro del nostro Prof. Marco Rustioni “Magnifica Materia. In viaggio alla scoperta della vita”, 2012 LudovicaGreta Editore. L’autore, grazie alla formazione di naturalista e paleontologo, alla lunga esperienza come insegnante di scienze naturali presso il liceo statale “A. Volta” di Colle di val d’Elsa (Siena), alla passione per l’astronomia e per la divulgazione, raccoglie e riallaccia tutti i campi del sapere scientifico per restituirne una indispensabile visione integrata.   

Annunci

Informazioni su elenacosi

Insegnante di Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Geologia, Astronomia) presso la scuola secondaria superiore
Questa voce è stata pubblicata in Biologia e Divulgazione scientifica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...