National Geographic tra arte e scienza

Il mensile National Geographic Italia (Vol. 33 N.3 Marzo 2014) ha pubblicato ben tre interessanti articoli che riguardano le specie marine. Il primo, tratto da “L’orologiaio miope” di Lisa Signorile riguarda lo squalo goblin (Mitsukurina owstoni). Un pesce cartilagineo abissale che possiede “un sesto senso” fornitogli dalle ampolle di Lorenzini, i recettori che percepiscono i campi elettromagnetici delle prede. Il secondo è un articolo della biologa marina Maria Rasotto, autrice del libro “La vita del mare” già citato in un post precedente. Si tratta di un progetto che coinvolge i sub dilettanti e i turisti nel tutelare la biodiversità delle AMP (aree marine protette). Infine, il terzo è un dettagliato e interessante articolo sul lavoro di Barbara Block che è alla guida del TRCC (Tuna Research and Conservation Center) di Monterey (http://hopkins.stanford.edu/block.html). La professoressa e i suoi colleghi cercano di migliorare le conoscenze sulla fisiologia e sulle rotte migratorie del Tonno rosso e di salvarlo dall’estinzione, a cui lo espongono gli sfrenati interessi economici che gravitano intorno alla vendita delle sue carni.La rivista è famosa per le splendide foto pubblicate, ma ho scoperto con piacere che il livello degli articoli e la multidisciplinarietà degli argomenti non ha niente da invidiare a “Le Scienze”.

Annunci

Informazioni su elenacosi

Insegnante di Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Geologia, Astronomia) presso la scuola secondaria superiore
Questa voce è stata pubblicata in Arte, Biologia marina, Ecologia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...