Come fa il polpo a non aggrovigliarsi?

I polpi sono sempre animali affascinanti e sorprendenti. Leggendo questo articolo mi sono ricordata dei tentacoli fluttuanti di Ursula, la strega del mare nella Sirenetta.

OggiScienza

11847079564_738048a775_b

SCOPERTE – Il corpo di un polpo è coperto da centinaia di ventose che possono attaccarsi praticamente a qualsiasi cosa, tranne il polpo stesso: questa eccezione è di fondamentale importanza, perché evita all’animale di finire imprigionato in un intricato nodo fatto dei suoi tentacoli.

Gli scienziati della Hebrew University of Jerusalem non hanno osservato il comportamento degli animali vivi, bensì dei loro tentacoli amputati. Questi rimangono estremamente attivi per almeno un’ora da quando vengono separati dal corpo; proprio in questo modo i ricercatori si sono accorti che un tentacolo reciso non si attacca mai alla pelle del polpo, mentre l’opzione rimane valida nel caso venga a contatto con un altro tentacolo che sia stato prima privato della pelle. Secondo le conoscenze pregresse sui polpi, tuttavia, questi animali non hanno una precisa consapevolezza della posizione dei loro tentacoli nello spazio. Come fanno dunque a non annodarsi su se stessi?

Durante lo…

View original post 280 altre parole

Annunci

Informazioni su elenacosi

Insegnante di Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Geologia, Astronomia) presso la scuola secondaria superiore
Questa voce è stata pubblicata in Biologia marina e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...