Come i pesci hanno imparato a generare campi elettrici

Stavamo giusto parlando dell’Anguilla elettrica poco fa.

OggiScienza

511624477_b2df87bef8_oSCOPERTE – Uno studio pubblicato su Science ha rivelato le basi genomiche degli organi che consentono ai pesci di generare potenti campi elettrici. Secondo gli autori del lavoro, nonostante milioni di anni di evoluzione e grandi differenze nella morfologia, le caratteristiche molecolari di questi organi – emersi più volte e in maniera indipendente nel corso dell’evoluzione – mostrano molti elementi in comune.

Tutte le cellule sono provviste di un potenziale elettrico. In particolare, nelle cellule nervose questo potenziale consente la trasmissione di messaggi e l’innesco della contrazione delle cellule muscolari. Fra queste ultime ce ne sono addirittura alcune – quelle cardiache – in grado di autogenerare un ritmo elettrico che non richiede uno stimolo esterno per essere innescato. Gli organi elettrici si sono formati grazie all’evoluzione, a partire da cellule muscolari, di un particolare tipo di cellula chiamato elettrocita, che può generare voltaggi molto superiori a quelli necessari per far…

View original post 304 altre parole

Annunci

Informazioni su elenacosi

Insegnante di Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Geologia, Astronomia) presso la scuola secondaria superiore
Questa voce è stata pubblicata in Biologia marina e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...