Il mare lancia un SOS

Questo il titolo del PANDA Magazine, Numero 4 – 2015, pubblicato dal WWF Italia.

Durante le vacanze, in cui il MARE è un’ambita meta per molti di noi, è una buona idea ricordare quanti pericoli incombono sul “GRANDE BLU”.

Il primo allarme riguarda le barriere coralline, ossia “le foreste tropicali immerse nel mare” costantemente a rischio di estinzione, il secondo denuncia l’enorme quantità di plastica “indistruttibile e invasiva” che è ormai dispersa ovunque, il terzo sottolinea che l’immensa biodiversità del Mediterraneo è messa a rischio da traffico marittimo, dispersione di petrolio e altri inquinanti, trivellazioni petrolifere, sovra sfruttamento delle risorse ittiche, invasione di specie aliene, aumento della popolazione umana sui territori costieri.

Tutti argomenti già trattati in questo blog. Ma ci sono altre informazioni interessanti!

  1. Un breve resoconto di viaggio di Syusy Blady e Patrizio Roversi, i protagonisti di “Velisti per caso”, che, dopo aver attraversato i “sette mari”, ci raccontano cosa hanno capito del mare. “Il mare è piccolo ed è sempre la stessa acqua che gira. Perciò quello che succede in un luogo ha ripercussioni anche a migliaia di chilometri di distanza”.
  2. Il Santuario Pelagos, un area marina triangolare compresa tra Francia e Italia (da Escampobariou a Fosso Chiarone sulla terra ferma, fino a Capo Falcone e Capo Ferro in Sardegna, inclusi la Corsica e il Mar Ligure). È la prima area trasnfrontaliera dedicata alla tutela dei Cetacei, che vengono a riprodursi in questa zona. Purtroppo, sebbene sia stata istituita nel 1999, non esiste ancora un vero e proprio Ente gestore e la protezione è più nominale che reale. Per il 4 ottobre 2015 è stato organizzato l’evento “Sail & Play”: una veleggiata collettiva attraverso il Santuario dei Cetacei, che dovrebbe contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica e promuovere l’effettivo riconoscimento del sito naturalistico.
  3. Infine, come sottolineano ben tre articoli, il più importante argomento è la pubblicazione dell’Enciclica Laudato si’ di Papa Francesco. “Un messaggio chiaro in attesa della Conferenza sul Clima, in programma a Parigi il prossimo dicembre.” La leggerò al più presto e ne riparleremo, ma intanto mi sembra straordinario che religione e scienza finalmente collaborino per salvare il nostro futuro e l’unico pianeta che abbiamo.

http://w2.vatican.va/

Annunci

Informazioni su elenacosi

Insegnante di Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Geologia, Astronomia) presso la scuola secondaria superiore
Questa voce è stata pubblicata in Ecologia e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...