Galapagos, il cambiamento climatico che (per ora) aiuta la conservazione

Non tutto il male viene per nuocere!

OggiScienza

4884021572_9f542bee4d_z

AMBIENTE – I pinguini delle Galapagos (Spheniscus mendiculus) sono considerati i pinguini più rari del pianeta, oltre a essere gli unici dell’emisfero settentrionale. Arrivati al 2000, dopo una serie di fenomeni climatici distruttivi e l’introduzione di cani, gatti e altre specie sulle isole, la loro popolazione era crollata a poche centinaia di individui, garantendo a S. mendiculus un triste ingresso nella Lista Rossa IUCN come specie a rischio di estinzione.

L’aspetto più interessante emerso ora dopo decenni di studi è che, grazie alle modifiche degli alisei e delle correnti oceaniche dovute (anche) al cambiamento climatico, questi uccelli stanno finalmente riuscendo a riprendersi. Il tutto, spiega un articolo da poco pubblicato su Geophysical Research, Letters grazie alla progressiva espansione di una “pozza” d’acqua nella quale i pinguini delle Galapagos si spingono per cercare cibo e accoppiarsi. Espansione che, stando all’avanzare del riscaldamento globale, potrebbe continuare.

La…

View original post 358 altre parole

Annunci

Informazioni su elenacosi

Insegnante di Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Geologia, Astronomia) presso la scuola secondaria superiore
Questa voce è stata pubblicata in Biologia marina, Ecologia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...