Verso Parigi, tra scienza, politica e sicurezza

Sarà meglio tenere d’occhio come i nostri Governi gestiscono il futuro.

OggiScienza

APPROFONDIMENTO – Si scalda il clima, politico e retorico, in preparazione di due incontri mondiali, collegati: quello delle Nazioni Unite che in settembre stabilirà gli Obiettivi dello sviluppo sostenibile per i prossimi 15 anni e il vertice COP21 in dicembre dove – forse – le 194 nazioni firmatarie della Convenzione sul cambiamento climatico stabiliranno riduzioni vincolanti delle emissioni di gas serra da realizzare entro lo stesso periodo.

Molte nazioni hanno già preso impegni, modesti ma superiori a quelli che non avevano rispettato da firmatarie del protocollo di Kyoto, e il presidente Obama ha probabilmente ragione nel dire che accadrà la stessa cosa se gli USA staranno ai margini della trattativa o la ostacoleranno, come dal 1992 in poi. Per i climatologi, la leadership americana promessa il 3 agosto fa sperare in un “primo passo”; tenuto conto del potere delle lobby e della maggioranza repubblicana in numerosi stati, il Piano Energia Pulita, che potrebbe ridurre del 30%…

View original post 855 altre parole

Annunci

Informazioni su elenacosi

Insegnante di Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Geologia, Astronomia) presso la scuola secondaria superiore
Questa voce è stata pubblicata in Ecologia, Energie rinnovabili e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...