Barbujani Guido (2004) “Dilettanti. Quattro viaggi nei dintorni di Charles Darwin”, Sironi Editore.

Vi sento già sbuffare: “Ecco un altro libro su Darwin, sul suo viaggio a bordo del Beagle e sulla Teoria dell’Evoluzione”.

Tuttavia, in questo caso la realtà storica, la vita e le scoperte del famoso naturalista sono soltanto uno sfondo. Sono il pretesto per costruire dialoghi vivaci e situazioni immaginarie, realizzando una “fiction scientifica”. Il testo, di impronta decisamente diversa da quello scritto da Chiara Ceci (“Emma Wedgwood Darwin”), ha però un effetto finale molto simile. Lascia emergere in modo avvincente sia l’uomo che lo scienziato, a partire da quando era ancora un “dilettante”. I “quattro viaggi nei dintorni di Charles Darwin” sono, in realtà, quattro importanti protagonisti della sua vita. Per primo il capitano del Beagle, Robert FitzRoy: idrografo e meteorologo, voleva un naturalista a bordo per rendere più completa la sua spedizione di rilevazione cartografica e, ironia della sorte, per dimostrare definitivamente la teoria del Creazionismo. Poi il pittore Conrad Martens: indispensabile per ritrarre quanto di nuovo e pittoresco si poteva osservare in quei luoghi tanto lontani dall’Inghilterra, in un periodo in cui la fotografia non era ancora stata perfezionata. L’allievo Joseph Hooker che, insieme a Thomas Huxley soprannominato non a caso “il mastino di Darwin”, sostenne sempre con grande convinzione ed energia la teoria dell’evoluzione. Infine, l’immancabile moglie Emma, costantemente pronta a sostenerlo nel suo lavoro e nei suoi frequenti momenti di malessere.

Davvero divertente è il rapporto, a dir poco burrascoso, con il bizzarro capitano del brigantino HMS Beagle: Robert FitzRoy. Secondo il capitano, in base alla fisiognomica, ossia una pseudoscienza che pretendeva di comprendere la psicologia e la moralità di un individuo attraverso lo studio dei suoi tratti somatici,  il naso di Charles “denunciava forza di volontà assolutamente insufficiente ad un viaggio per mare di tanto impegno e di imprecisabile durata”. Due mesi dopo la partenza, il capitano dovette ammettere che non era esattamente la forza di volontà ciò che mancava a quel ragazzo e che il suo giudizio iniziale era stato impreciso, ma non c’era da fidarsi.……

Non ho intenzione di rovinarvi la sorpresa e quindi vi lascio scoprire le avventure del giovane Charles!

Annunci

Informazioni su elenacosi

Insegnante di Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Geologia, Astronomia) presso la scuola secondaria superiore
Questa voce è stata pubblicata in Biografie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...