Pievani Telmo (2012), Introduzione a Darwin, Editori Laterza.

Credo sia molto difficile comprendere pienamente Charles Darwin e la sua teoria dell’evoluzione senza passare attarverso l’interpretazione del Prof. Telmo Pievani, giovane e sagace filosofo della scienza.

In questo piccolo e prezioso volume, l’autore riprende due concetti fondamentali già espressi in altre sue opere:

  • la contingenza della selezione naturale, che poteva condurre casualmente anche a risultati molto diversi da quelli attuali (“La vita inaspettata”, Cortina Editore 2011)
  • la teleologia della mente umana, la quale è portata istintivamente a fraintendere la teoria darwiniana perché riesce con difficoltà a concepire fenomeni non finalistici (“Nati per credere”, Codice Edizioni 2008).

L’aspetto più interessante, tuttavia, è la discussione delle citazioni tratte dai Taccuini personali di Darwin, scritti durante i cinque anni di viaggio sul Beagle (27 dicembre 1831 – 2 ottobre 1836) e al suo rientro in patria. Tramite questo accurato lavoro, si osserva la nascita delle idee del famoso naturalista che, continuamente rielaborate ed affinate, porteranno alla pubblicazione de “L’Origine della specie per selezione naturale, o la conservazione delle razze favorite nella lotta per la vita”  il 24 novembre 1859 per i tipi di John Murray. Quello che emerge è “l’avventura umana e intellettuale di un mite e riservato ribelle di campagna nell’Inghilterra vittoriana che ci ha insegnato cosa tiene insieme un cirripede, un corallo, un’orchidea, una primula e un essere umano e che preferiva un sobrio agnosticismo da vivere in privato” alle dispute religiose che la sua teoria scientifica aveva scatenato.

Non meno interessante è la rivalutazione delle “opere minori”, o meglio meno note, di Darwin riguardanti la formazione degli atolli, i terremoti, i cirripedi, le orchidee e le piante carnivore, la domesticazione di piante e animali, l’espressione delle emozioni nell’uomo e negli animali, la formazione del suolo da parte dei lombrichi, ad indicare “ la sua curiosità enciclopedica che spaziava fra campi disparati” e la sua lungimiranza, capace di gettare le basi per conoscenze “che da lì a qualche decennio diventeranno dominio di competenze settoriali”.

La perla finale del libro è il capitolo “Darwin in Italia”, in cui è reso onore al ruolo attivo degli scienziati italiani dell’epoca, che non rimasero indifferenti a tale rivoluzione scientifica e contribuirono attivamente alla diffusione della teoria dell’evoluzione nel nostro paese.

Annunci

Informazioni su elenacosi

Insegnante di Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Geologia, Astronomia) presso la scuola secondaria superiore
Questa voce è stata pubblicata in Biografie e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...