Molly Malone

A proposito di molluschi dell’Irlanda (cockles, mussels and oysters), mentre percorrevamo le strade affollate e rumorose di Dublino nei pressi di Grafton Street, la nostra guida ci ha mostrato una statua dello scultore Jeanne Rynhart che rappresenta Molly Malone: una giovane pescivendola del villaggio di Howth, a nord di Dublino, morta in giovane età.

Molly Malone è laMollyMalone leggendaria protagonista di una tradizionale canzone irlandese che è l’inno ufficioso della città di Dublino, tanto da essere adottata dai tifosi delle squadre di rugby e di calcio della città. La canzone probabilmente risale al 1700, ma l’autore e la reale data di composizione sono ignoti. La melodia e le parole sono un po’ tristi, ma sono molto orecchiabili e rimangono impresse.

Ne ho trovato una struggente versione di Sinéad O’Connor https://www.youtube.com/watch?v=3ouqhCtIh2g

(EN)

« In Dublin’s fair city,
where the girls are so pretty,
I first set my eyes on sweet Molly Malone,
As she wheeled her wheel-barrow,
Through streets broad and narrow,
Crying, “Cockles and mussels, alive alive oh!”

“Alive-a-live-oh,
Alive-a-live-oh”,
Crying “Cockles and mussels, alive alive oh”.

She was a fishmonger,
And sure ‘twas no wonder,
For so were her father and mother before,
And they both wheeled their barrow,
Through streets broad and narrow,
Crying, “Cockles and mussels, alive, alive oh!”

“Alive-a-live-oh,
Alive-a-live-oh”,
Crying “Cockles and mussels, alive alive oh”.

She died of a fever,
And no one could save her,
And that was the end of sweet Molly Malone.
Now her ghost wheels her barrow,
Through streets broad and narrow,
Crying, “Cockles and mussels, alive, alive oh!”

“Alive-a-live-oh,
Alive-a-live-oh”,
Crying “Cockles and mussels, alive alive oh” »

(IT)

« Nella bella città di Dublino,
dove le ragazze sono così carine
vidi per la prima volta la dolce Molly Malone
che portava il suo carretto,
per strade strette e larghe
gridando “vongole e cozze vive!”

vive, vive oh!
vive, vive oh!
Urlava “vongole e cozze vive!”

Lei era una pescivendola,
ma non c’è da stupirsi
perché lo erano stati anche suo padre e sua madre
e tutti e due avevano portato il carretto
per strade strette e larghe
gridando “vongole e cozze vive!”

vive, vive oh!
vive, vive oh!
Urlava “vongole e cozze vive!”

 

Morì a causa della febbre,
e nessuno fu capace di salvarla
quella fu la fine della dolce Molly Malone
ma il suo fantasma spinge ancora il carretto
per strade strette e larghe
gridando “vongole e cozze vive!”

vive, vive oh!
vive, vive oh!
Urlava “vongole e cozze vive!” »

Annunci

Informazioni su elenacosi

Insegnante di Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Geologia, Astronomia) presso la scuola secondaria superiore
Questa voce è stata pubblicata in Cultura e Tradizioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...