Il bagno nell’Oceano Atlantico a Sandycove con le foche grigie.

La giornata era cominciata con un cielo uniformemente plumbeo, seguito da una pioggia fitta e costante, come se fossimo tornati all’autunno-inverno. Già prima di pranzo il vento aveva spazzato via le nubi e il cielo d’Irlanda splendeva terso, come in primavera. Nel primo pomeriggio era sufficientemente caldo da fare venire in mente ai più intrepidi dei nostri studenti di provare la novità di un bagno estivo nell’Oceano Atlantico.“Four seasons in a day”, come dicono gli Irlandesi!

Inoltre, quel giorno ci trovavamo proprio nel posto più famoso d’Irlanda per fare il bagno: the Forty Foot a Sandycove. È il luogo dove centinaia di persone si riuniscono ogni Natale per un tuffo “augurale” nelle gelide acque dell’oceano. Immortalato nell’“Ulysses” di James Joyce che ha abitato nella vicina Martello Tower, ha il grande vantaggio di avere acque pulite e profonde, che consentono di tuffarsi anche con la bassa marea. Ovviamente, il luogo è rischioso e richiede di essere nuotatori esperti. Quindi, abbiamo trascinato “gli audaci” in un luogo più sicuro ed è stata una fortuna perché sono comparse delle foche grigie che hanno reso quest’esperienza indimenticabile.

LA FOCA GRIGIA (Phocidae, Halichoerus grypus), vive in un esteso areale nell’Oceano Atlantico Settentrionale tra Canada e paesi Scandinavi, in un clima temperato sub artico. In Gran Bretagna, Irlanda, Islanda e isole Fær Øer le foche grigie si riproducono in varie colonie lungo le coste e su alcune isole minori. La colonia più numerosa del mondo si trova, però, sull’isola di Sable in Nuova Scozia. Inoltre, sono diffuse nel mare Baltico e sulla costa norvegese fino al mar Bianco.

Le nostre foche erano di un colore grigio argenteo, ma la pelliccia varia dal quasi nero al marrone a seconda che l’animale sia bagnato o asciutto, si trovi nello stato della muta, oppure a seconda del sesso o dell’età. La caratteristica della foca grigia è quella di presentare, specialmente sul collo, macchie irregolari di tonalità diversa rispetto al colore predominante e la sagoma della testa convessa, a differenza di quella concava della foca comune. L’animale può raggiungere 2-2,3 m di lunghezza e 200-350 kg di peso. Si nutre di pesci, crostacei e cefalopodi, che può catturare fino a 70 m di profondità, resistendo fino a 20 minuti in immersione. Le foche grigie si riuniscono sulle isole e sulle coste per l’accoppiamento, la riproduzione e la muta, ma solo per brevi periodi durante i quali non si nutrono. Per la maggior parte del tempo vivono in mare, mangiando ed accumulando grasso per la muta e la riproduzione. Quindi, la dimensione del branco dipende dalla disponibilità di cibo. La nascita dei piccoli può avvenire in primavera o in inverno, a seconda dell’areale della popolazione. I piccoli appena nati pesano circa 15 kg e hanno il pelo bianco, ma dopo tre settimane di allattamento, grazie al latte molto grasso e nutriente, raggiungono i 45 kg e acquistano il loro pregiato mantello grigio-azzurro, tanto ambito dai cacciatori. Completato lo svezzamento, vengono abbandonati dalla madre e inizieranno a nutrirsi in mare aperto e a riprodursi sulle coste, a loro volta.

Non è una specie minacciata ed alcune leggi per la sua protezione e conservazione stanno facendo registrare un aumento delle diverse popolazioni. Tuttavia, i pescatori chiedono di mantenerne il numero degli esemplari sotto controllo per paura della diminuzione degli stock di pescato.

Annunci

Informazioni su elenacosi

Insegnante di Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Geologia, Astronomia) presso la scuola secondaria superiore
Questa voce è stata pubblicata in Biologia marina, Cultura e Tradizioni e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...