I vichinghi, non solo pirati.

Come spesso accade, un’importante scoperta è avvenuta per caso. Negli anni ’70 del secolo scorso la Dublin Corporation (il Consiglio comunale) commissionò la costruzione della propria sede su Wood Quay, in una delle parti più antiche di Dublino. Durante gli scavi vennero alla luce i resti di un insediamento vichingo, che ora sono conservati al National Museum di Dublino e al Dublinia Heritage Centre nel quartiere di Temple Bar.

Grazie anche al fatto che i vichinghi seppellivano i defunti con un corredo di oggetti, è stato possibile ricostruire le loro abitudini e fare luce sulle loro attività. Gli uomini venivano sepolti con le armi, mentre le donne con spille, bracciali e altri gioielli. Le armi comprendevano spade lunghe con lame a doppio taglio, asce e due tipi di lance: una leggera per il lancio e una più corta per trafiggere nei combattimenti ravvicinati. Il tipico elmo vichingo era conico, fatto di cuoio con rinforzi in legno e metallo per le truppe regolari, mentre era di ferro con maschera per i capitani. I famosi elmi con le corna venivano eventualmente usati per scopi religiosi o rituali, ma non in battaglia.

I Vichinghi avevano l’abitudine di attaccare luoghi facilmente accessibili e debolmente difesi, e quindi i monasteri, privi di armati e ricchi di oro e argento, erano luoghi ideali da saccheggiare. Però, erano proprio i monaci a redigere cronache e documenti storici, perciò i vichinghi furono descritti solo come pirati sanguinari e selvaggi. In realtà i vichinghi, popoli normanni originari della Scandinavia e della Danimarca, erano soprattutto grandi navigatori, esploratori, colonizzatori, abili artigiani, e commercianti. Fondarono numerose colonie, non solo nel nord Europa (Islanda, Irlanda, Scozia, Galles, Inghilterra), ma anche in Gallia e nella Penisola iberica. Inoltre, si spinsero da un lato fino in Groenlandia e in Nord America (Isola di Terranova, Canada) circa cinquecento anni prima di Cristoforo Colombo, e dall’altro fino al Medio oriente e all’Asia, prima di Marco Polo.

In Irlanda fondarono alcune città,  tra cui Limerick, Cork, Waterford, Wexford, Youghal, Arklow, Wicklow e Dublino nell’838 sull’estuario del fiume Liffey, per poter rimanere sull’isola durante l’inverno e non dover attraversare nuovamente il mare fino alla Scandinavia. Inizialmente, ci furono scontri con le popolazioni locali, ma poi gli irlandesi si abituarono alla presenza vichinga, e in alcuni casi le due popolazioni si allearono contro nemici comuni, come gli Anglosassoni. Lo stortico Neil Hegarty ha affermato che “questo popolo creò gioielli, lavorò il vetro e coniò monete: erano civilizzati, non criminali. Hanno influenzato il design, la navigazione, l’ingegneria navale e hanno inserito l’Irlanda in una rete commerciale che andava dall’Islanda alla Turchia e al Baltico”.

7330510 vichinghi.weebly.com

 Le famose navi da guerra vichinghe avevano molteplici vantaggi: erano leggere e veloci, con uno scafo lungo e stretto e un moderato pescaggio che facilitava lo sbarco di truppe e la  navigazione in acque basse, permettendo di attraccare praticamente ovunque. Inoltre, erano navi a remi, quindi i vichinghi non dovevano affidarsi esclusivamente ai venti favorevoli ed erano avvantaggiati nelle manovre e in battaglia. Queste caratteristiche, che consentivano alle navi di raggiungere i fiumi e proseguire con la navigazione fluviale, ebbe un ruolo fondamentale nella realizzazione delle vie commerciali attraverso la Russia, fino al mar Nero e al Medio Oriente. Le navi mercantili, più lente ma con una maggior capacità di carico, avevano invece uno scafo corto e largo e un profondo pescaggio e non erano previsti rematori.

Annunci

Informazioni su elenacosi

Insegnante di Scienze Naturali (Biologia, Chimica, Geologia, Astronomia) presso la scuola secondaria superiore
Questa voce è stata pubblicata in Cultura e Tradizioni, Storia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...